Esordio con sconfitta per l’Italia: vince la Francia per 64-59

Trascinata da Maledon e Hayes (15 punti a testa), la Francia batte l’Italia nel primo match dell’Europeo U16. Mannion top performer azzurro con 15 punti e 7 assist.

 

Comincia con una sconfitta l’avventura azzurra agli Europei di Podgorica. Penalizzata da cattive percentuali da tre (4/28 ovvero il 14.3%) e da un certo deficit a rimbalzo (38-30 il confronto nelle carambole catturate), all’Italia non basta quanto di buono mostrato nel secondo quarto e nella prima metà dell’ultima frazione. La Francia ringrazia i contributi decisivi di Killian Hayes (15 punti, 6 rimbalzi e 5 assist) e di Théo Maledon (15 punti, 9 rimbalzi e 3 assist) oltre alla concretezza di Timothé Crusol (10 punti). Per la truppa di coach Antonio Bocchino, Niccolò Mannion è l’unico giocatore in doppia cifra realizzativa (15 punti con 7 assist in quasi 32 minuti d’utilizzo).

 

La Francia mostra sin da subito una discreta circolazione di palla premiata dall’ottima mira da fuori di Killian Hayes e Victor Diallo (3/4 complessivo dall’arco nei primi 5′). A metà frazione, i francesi conducono per 13-9 (-5’02”), dopodiché cominciano a perdere d’efficacia nel tiro da tre ma senza pagarne le conseguenze. L’Italia, infatti, animata in attacco principalmente dalle iniziative di Niccolò Mannion, non trova più un solo punto nella seconda metà del periodo e vede gli avversari allontanarsi nel punteggio. Il primo quarto si chiude coi Bleus avanti sul 21-9.

Il secondo quarto si sviluppa sotto un segno ben diverso: i transalpini ora fanno sempre più fatica nel battere la zona 2-3 azzurra, perdono qualche pallone di troppo (oltre a non segnare più da lontano) e nel frattempo l’Italia gode della crescente lucidità di un po’ tutti i suoi interpreti in entrambe le metà campo. Dopo aver inseguito gli avversari restando sempre sui tre possessi di svantaggio, durante l’ultimo minuto e mezzo Patrick Gatti e Matteo Schina firmano il parziale di 6-0 che riduce il passivo a soli tre punti: le due squadre vanno quindi negli spogliatoi sul 31-28 Francia.

Nella parte iniziale del terzo quarto si assiste a diversi passaggi a ritmi alti che portano più confusione che altro da entrambe le parti. La qualità dell’attacco francese non segnala miglioramenti significativi ma il talento di Théo Maledon si fa sentire e oltre a produrre punti preziosi (ben 9 in questa frazione) sembra dare rinnovato coraggio ai suoi. A metà quarto, la Francia arriva a toccare nuovamente la doppia cifra di vantaggio con un canestro da sotto del lungo Essom Miyem Nwal (43-33, -5’16”) che costringe coach Antonio Bocchino a chiamare timeout. Nei minuti successivi, l’Italia riesce a reagire e a tenersi quantomeno in scia nel punteggio grazie al contributo dei suoi ragazzi in uscita dalla panchina. Negli ultimissimi secondi, una bella rimessa a tutto campo di Tommaso Tintori imbecca perfettamente Mannion tutto solo sotto il canestro avversario: il quarto si chiude sul 50-43 Francia.

All’inizio dell’ultimo quarto, è un’Italia determinata e arrembante quella che cambia gli equilibri del match: a 7’23” dalla fine, Lorenzo Querci infila la tripla del tanto agognato sorpasso (52-55) a coronamento d’un parziale di 12-2 prodotto in poco più di due minuti e che porta tante altre firme, quelle di Mannion, Picarelli, Tintori e Grant. Sempre Mannion, poi, spinge ancora più lontano i suoi con due liberi e un bel canestro in virata in rapida successione (54-59, -5’15”). La Francia, dapprima disorientata e intestardita in soluzioni poco consigliabili, riesce poi a rimettere il naso avanti nel punteggio: due liberi di Hayes e un canestro in penetrazione di Timothé Crusol segnano il controsorpasso transalpino (60-59, -2’52”). Nei due minuti successivi non si segna più: l’Italia non riesce a concretizzare due buone occasioni per riportarsi in vantaggio e, a 28″ dal termine, Maledon conquista e realizza due liberi vitali per i suoi (62-59). Nell’azione seguente, Querci non trova la bomba del pareggio e Hayes, mandato in lunetta, fissa il punteggio finale sul 64-59 per la Francia.

 

 

ITALIA-FRANCIA 59-64 (9-21, 28-31; 43-50)

ITALIA: Schina 5, Deri, Picarelli 4, Mannion 15, Nicoli 2, Donadio 2, Querci 9, Grant 8, Gatti 2, Del Chiaro 6, Tintori 6, Da Campo.

FRANCIA: Hayes 15, Crusol 10, Thirouard 2, Da Silva 2, Maledon 15, Miyem Nwal 4, Batcho, Diallo 7, Ebonkoli 6, Carene NE, Billon NE, Marnette 3.

 

© photo: fiba.com

The following two tabs change content below.
Riccardo De Angelis

Riccardo De Angelis

Su ITALHOOP mi occupo soprattutto degli italiani impegnati nei college e high school americani. Potete trovare miei articoli anche su BasketballNcaa.com, Sportando e SportLatina.