Week 8-9: Davide Moretti prende per mano una Texas Tech indomita

Moretti protagonista come non mai nelle ultime due partite dei Red Raiders. Buona partenza della GCU di Lever nella WAC. Stefanini regala il successo a Columbia con un tiro sulla sirena.

 

MORETTI È OSSIGENO PER L’ATTACCO DI TEXAS TECH – Davide Moretti non poteva iniziare l’anno nuovo in maniera migliore. Texas Tech ha vinto le prime due partite nella Big 12 e, in entrambi i successi, c’è stato lo zampino dell’italiano. Sul campo di West Virginia, il Moro ha infilato un canestro importante in una partita a basso punteggio, ovvero la tripla del sorpasso a poco più di due minuti dalla fine. Contro Kansas State, l’apporto dell’ex Treviso è stato fondamentale: autore di un career-high da 19 punti, ha infilato una serie di canestri nel secondo tempo proprio nei momenti di maggior stagnazione dell’attacco dei Red Raiders.

Organizzazione e spirito di sacrificio: numeri alla mano, la difesa di Texas Tech è la migliore di tutta la Division I. I ragazzi di coach Chris Beard hanno un bel 83.3 di Defensive Rating e nessuno dei 14 avversari affrontati si è anche solo avvicinato al punto per possesso contro di loro – nemmeno Duke. Se la retroguardia è eccezionalmente efficiente, l’attacco invece non ha ancora la fluidità adatta a una squadra da top della nazione: molto probabilmente, le ultime due vittorie non sarebbero arrivate senza i guizzi offensivi di Moretti.

La squadra di Lubbock si sta imponendo ai piani più alti del college basketball grazie alla sua blue collar mentality, ma la sensazione è che ci sia margine sufficiente per compiere ancora qualche ulteriore miglioramento. Con un Moro così, le possibilità possono solo che aumentare in maniera significativa.

 

GCU COL PIEDE GIUSTO NELLA WAC – Dan Majerle ha deciso che l’attacco di Grand Canyon deve ruotare sempre di più attorno ad Alessandro Lever e il bolzanino sta facendo un buon lavoro sia in fase realizzativa che in quanto a risposte alle attenzioni difensive nei suoi confronti.

Chiusa la non-conference season con una sconfitta su un campo complicato come quello di San Diego (e nonostante un Lever da 27 punti, suo season-high), i Lopes hanno infilato una bella doppietta per inaugurare la stagione nella WAC, con due successi d’autorità su Utah Valley e Seattle all’insegna di una difesa apparsa inespugnabile. Doppia cifra realizzativa per l’ex Reggio Emilia in entrambi gli incontri (rispettivamente 14 e 15 punti) anche se meno in palla nell’ultimo. Discrete percentuali dal campo e, contro i primi, ottimo controllo dinanzi ai raddoppi avversari, premiando le spaziature e i movimenti off the ball dei compagni per riaprire il gioco in loro favore.

Il prossimo appuntamento per GCU è in trasferta contro New Mexico State. Una sfida tutta da seguire sia per la posta in palio (NMSU è la favorita della conference ma proviene da una sconfitta con Cal Baptist) che per il match-up tutto Made in Europe fra Lever e Ivan Aurrecoechea, lungo spagnolo molto aggressivo su entrambe le metà campo e che ha sorpreso in positivo nella prima metà di stagione.

 

STEFANINI AT THE BUZZER!Columbia vince la prima partita in trasferta in modo rocambolesco, dominando a lungo con Binghamton, soffrendo il rientro in partita degli avversari e, infine, tirando un gran sospiro di sollievo grazie al runner di Gabriele Stefanini sulla sirena per il 65-63 finale.

Una bella soddisfazione personale per il bolognese, alle prese con un periodo di transizione molto delicato. L’assenza di Mike Smith ha trasformato il ruolo di Gabe, ora in campo da vera e propria point guard. Stefanini ha mostrato cose ottime in quanto a capacità d’innescare i compagni (tre partite consecutive con almeno 8 assist) ma, allo stesso tempo, le sue percentuali di tiro sono scese vistosamente, fra difficoltà nel concludere al ferro e l’assenza di set plays che ne sfruttino le capacità di tiratore dalla distanza (27.7% dal campo col 25% da tre nelle cinque gare senza Smith).

L’esordio dei Lions nella Ivy League è ancora lontano: da qui alla partita con Cornell del 19 gennaio, Columbia disputerà solo un match – che si presume agevole – contro Elmira, formazione di Division III. La speranza è che questo periodo di relativo riposo possa restituirci uno Stefanini al top della forma e capace di maggior equilibrio nei molteplici aspetti del suo gioco offensivo.

 

ANUMBA, FACCIA TOSTA E VERSATILITÀ – Il 2019 è cominciato in maniera promettente sia per Winthrop che per Micheal Anumba. La squadra della Big South ha dato filo da torcere a Florida State (#9 del ranking AP) prima di veder gli avversari scappare via nella volata finale e ha poi esordito nella conference con una rimonta (-15 sul finire del primo tempo) in casa di UNC Asheville.

Buone prove in entrambe le occasioni per l’italiano dopo una seconda metà di dicembre nella quale era apparso in ombra. Sul campo dei Seminoles ha portato il suo mattoncino per tenere viva la partita, puntando il canestro avversario in maniera sempre molto aggressiva. In generale, il tiro da tre non va (4/23 in stagione) e sicuramente può fare meglio anche a cronometro fermo, ma Anumba sa rendersi utile in vari modi, come dimostrato nel match coi Bulldogs, pareggiando il suo career-high di assist (7) e aggiungendo 9 punti e 11 rimbalzi, oltretutto dimostrandosi maggiormente produttivo proprio nel momento in cui i suoi hanno finalmente alzato la testa.


I tabellini della settimana

(ordine alfabetico per giocatore)


  • Pietro AGOSTINI − Kennesaw State (0-1, 3-13)
GAME MIN PTS 2P 3P FT REB AST BLK STL TO PF
L 87-57 at Georgia Tech 2 2 -/- -/- 2/2 - - - - - -
L 72-52 at NJIT NE - -/- -/- -/- - - - - - -

Stagione (9 gare): 4.8 minuti, 1.1 punti, 0.6 rimbalzi


  • Micheal ANUMBA − Winthrop (1-0, 9-5)
GAME MIN PTS 2P 3P FT REB AST BLK STL TO PF
W 76-62 vs Prairie View A&M 19 2 1/2 0/1 0/2 2 2 - 1 4 4
L 87-76 at Florida State 24 10 4/6 0/1 2/4 5 - - - 3 4
W 80-65 at UNC Asheville 22 9 2/3 0/2 5/8 11 7 - 2 2 4

Stagione (14 gare): 22.4 minuti, 7.4 punti (47.9% al tiro, 66.7% ai liberi), 4.4 rimbalzi, 1.9 assist, 0.6 recuperi


  • Francesco BADOCCHI − Virginia (1-0, 13-0)
GAME MIN PTS 2P 3P FT REB AST BLK STL TO PF
W 100-64 vs Marshall 3 2 1/1 -/- -/- 1 - - - - 1
W 65-52 vs Florida State 3 2 1/1 -/- -/- - - - - - -

Stagione (3 gare): 3.0 minuti, 1.3 punti, 1.0 rimbalzi


  • Guglielmo CARUSO − Santa Clara (1-1, 9-7)
GAME MIN PTS 2P 3P FT REB AST BLK STL TO PF
W 79-71 at Washington State 25 14 6/8 -/- 2/3 4 1 3 1 - 2
W 68-56 vs San Diego 18 - -/- -/- 0/1 2 - - 1 1 4
L 91-48 at Gonzaga 26 2 1/3 -/- 0/1 8 - - - 1 4

Stagione (16 gare): 19.6 minuti, 5.0 punti (58.8% da due, 57.1% ai liberi), 3.9 rimbalzi, 0.9 assist, 0.9 stoppate


  • Mattia DA CAMPO − Seattle (0-2, 12-5)
GAME MIN PTS 2P 3P FT REB AST BLK STL TO PF
W 82-73 at California 27 - -/- -/- -/- 2 - - 2 1 5
L 83-71 at CSU Bakersfield 3 - -/- -/- -/- 1 - - - 1 1
L 71-57 at Grand Canyon 3 - -/- -/- -/- - - - - - -

Stagione (15 gare): 5.5 minuti, 0.7 punti, 0.9 rimbalzi


  • Giovanni DE NICOLAO − UT San Antonio (2-0, 8-7)
GAME MIN PTS 2P 3P FT REB AST BLK STL TO PF
W 70-67 vs SE Oklahoma State 35 6 1/5 0/2 4/6 6 5 - 3 3 3
W 75-60 vs UTEP 33 2 1/7 0/2 -/- - 2 - 2 3 5
W 67-63 at UTEP 36 7 1/4 1/4 2/2 8 3 - 1 - 2

Stagione (15 gare): 29.7 minuti, 6.7 punti (31.8% al tiro, 74.4% ai liberi), 4.2 rimbalzi, 3.2 assist, 1.9 recuperi


  • Ethan ESPOSITO − Sacramento State (0-3, 6-6)
GAME MIN PTS 2P 3P FT REB AST BLK STL TO PF
L 70-65 vs Northern Colorado 11 6 3/6 -/- -/- 2 - - - 1 2
L 87-56 at Montana 21 4 1/7 -/- 2/4 4 1 1 - 1 1
L 84-70 at Montana State 14 4 1/3 0/1 2/3 4 - 1 1 3 3

Stagione (12 gare): 16.7 minuti, 9.3 punti (46.4% al tiro, 76.9% ai liberi), 5.8 rimbalzi, 0.5 recuperi


  • Alessandro LEVER − Grand Canyon (2-0, 9-6)
GAME MIN PTS 2P 3P FT REB AST BLK STL TO PF
L 61-58 at San Diego 38 27 8/18 2/6 5/6 6 - - 1 1 3
W 71-60 vs Utah Valley 26 14 4/9 1/3 3/3 5 4 - 1 - 2
W 71-57 vs Seattle 24 15 4/8 2/4 1/1 2 3 - 1 1 4

Stagione (15 gare): 24.1 minuti, 14.9 punti (47.3% al tiro, 78.8% ai liberi), 4.3 rimbalzi, 1.3 assist


  • Davide MORETTI  Texas Tech (2-0, 13-1)
GAME MIN PTS 2P 3P FT REB AST BLK STL TO PF
W 71-46 vs UTRGV 21 5 0/2 1/1 2/2 2 1 - - - 3
W 62-59 at West Virginia 34 12 2/4 2/5 2/3 - - - 3 - -
W 63-57 vs Kansas State 32 19 4/4 3/7 2/2 4 2 - 2 5 5

Stagione (14 gare): 27.6 minuti, 9.4 punti (46.2% al tiro, 93.3% ai liberi), 1.9 rimbalzi, 2.3 assist, 1.0 recuperi


  • Pierfrancesco OLIVA − Saint Joseph’s (0-2, 7-7)
GAME MIN PTS 2P 3P FT REB AST BLK STL TO PF
W 59-57 vs Wagner 11 - -/- -/- 0/2 2 1 - 1 1 -
L 85-60 vs George Mason 7 - -/- 0/1 -/- 1 - - - 1 -
L 70-56 vs George Washington 15 1 0/1 0/2 1/2 1 1 - - - 1

Stagione (12 gare): 20.4 minuti, 4.0 punti (38.1% al tiro, 50.0% ai liberi), 6.1 rimbalzi, 2.0 assist, 0.8 recuperi


  • Federico POSER − Elon (1-3, 5-12)
GAME MIN PTS 2P 3P FT REB AST BLK STL TO PF
L 77-60 vs Towson 12 3 1/3 -/- 1/2 1 2 - 1 2 3
W 68-65 vs James Madison 10 6 2/4 -/- 2/2 - - - - 2 3
L 79-65 at Drexel 9 5 2/3 -/- 1/3 1 - - - 2 5
L 77-65 at Delaware 21 - 0/3 -/- -/- 3 3 1 1 1 5

Stagione (15 gare): 13.0 minuti, 4.1 punti (54.5% da due, 56.0% ai liberi), 2.3 rimbalzi, 0.7 assist


  • Gabriele STEFANINI − Columbia (4-9)
GAME MIN PTS 2P 3P FT REB AST BLK STL TO PF
L 75-54 at Northwestern 29 6 3/10 0/1 -/- 4 8 - 2 4 1
W 65-63 at Binghamton 36 7 1/1 1/4 2/2 5 2 - 3 4 2

Stagione (13 gare): 30.6 minuti, 12.8 punti (44.9% al tiro, 81.8% ai liberi), 4.1 rimbalzi, 4.2 assist, 1.8 recuperi


© photo: wreckemred.com