Tomas Woldetensae, un altro italiano alla corte di Tony Bennett

L’ex BSL San Lazzaro spenderà i suoi ultimi due anni di eleggibilità NCAA giocando per i campioni in carica di Virginia, formando quindi con Francesco Badocchi un duo italiano inedito a livello di high-major.

Tomas Woldetensae ha scelto i freschi campioni in carica di Virginia per compiere il suo salto in Division I. La guardia bolognese è reduce da due anni di junior college a Indian Hills e, per questo, ha ancora due anni di eleggibilità da spendere nella NCAA. Woldetensae è il quarto italiano in ordine di tempo ad approdare in Division I da esordiente per la prossima stagione, dopo Niccolò Mannion (Arizona), Mattia Acunzo (Toledo) e Thomas Binelli (Eastern Michigan).

Woldetensae, classe ’98 cresciuto nelle fila della BSL San Lazzaro, è negli Stati Uniti da quattro anni e il suo appuntamento con la Division I era stato solo rimandato dopo che, due anni fa, non poté approdare a UMKC (college della WAC, la conference di Alessandro Lever e Mattia Da Campo) per motivi accademici – la NCAA lo dichiarò ineleggibile non riconoscendo come validi alcuni corsi seguiti durante il suo ultimo anno di permanenza in Italia.

Questo cambio di direzione forzato – a Indian Hills, uno dei migliori programmi cestistici fra i junior college – si è poi tradotto in un’occasione di crescita che lo ha ben presto portato all’attenzione di alcune università di primo piano in D-I. Già in evidenza durante il suo primo anno, nel secondo è diventato il giocatore di spicco dei Warriors, viaggiando a quota 17.3 punti e 2.5 assist di media, più che sufficienti per guadagnare due riconoscimenti individuali uno più importante dell’altro: Player of the Year nella sua conference (ICCAC) e poi l’inclusione nel First Team All-American della NJCAA.

Il suo recruiting è stato ricco di offerte e, a stagione finita, aveva visitato Illinois e ridotto la sua lista di pretendenti a Nebraska, UCF, Southern Illinois oltre appunto alla squadra della Big Ten. Tony Bennett si è poi fatto avanti nei tempi più recenti e la visita ufficiale effettuata nel campus di Virginia nello scorso weekend ha convinto il bolognese che Charlottesville fosse la destinazione giusta per lui, andando a formare con Francesco Badocchi un inedito duo azzurro a livello di high-major. Caso vuole che Woldetensae abbia scelto UVA con modalità simili a quelle di Badocchi, cioè dopo aver visitato proprio gli Illini.

Alto 1.95 metri, Woldetensae è fondamentalmente una shooting guard che per taglia e abilità tecniche può ricoprire qualsiasi ruolo da esterno a livello di college e che porta in dote un tiro da tre assolutamente letale sia per efficienza (47.6% quest’anno su ben 7.5 tentativi a partita) che per varietà di soluzioni nelle quali sa colpire dall’arco.

© photo: Bryan Stewart, Indian Hills Community College