HSC Roma è Campione d’Italia U18 Eccellenza!

La HSC Roma conquista il primo Scudetto della propria storia trascinata da Cosimo Costi, nella finalissima della Finale Nazionale U18 Eccellenza – Trofeo Giancarlo Primo.

Il titolo nazionale U18 rimane a Roma ma cambia sponda: la HSC è Campione d’Italia al termine di un derby con la Stella Azzurra tutt’altro che avaro di emozioni e spettacolo. 72-68 il punteggio finale con Cosimo Costi sugli scudi con una prova offensiva da lustrarsi gli occhi: 28 punti (8/12 dal campo, 6/7 ai liberi) conditi da 9 rimbalzi, 5 assist e 2 recuperi. Per la Stella, da sottolineare il losing effort di Dalph Panopio (24 punti e 10 rimbalzi).

Il primo quarto è giocato su ritmi sostenuti, interpretati ottimamente dalla Stella, la quale mette le cose in chiaro sin da subito (9-0 dopo i primi due minuti e mezzo) ed è autrice di un gran primo quarto (chiuso sul 22-10). Gli stellini però non si rilassano e la loro egemonia in campo è, se possibile, ancora più schiacciante nel secondo quarto. Dalph Panopio continua a segnare a raffica e c’è anche il baby Visintin a mettersi in evidenza con una gran giocata che vale il 36-13 a metà frazione. La cavalcata trionfale della Stella subisce però un arresto brusco perché la reazione della HSC è tanto improvvisa quanto devastante. La squadra di coach Tonolli inizia a bersagliare gli avversari dall’arco come meglio non potrebbe – e con Costi che mette a segno ben cinque triple! – producendo un devastante 20-2 che manda le squadre al riposo sul 38-33 Stella.

Al rientro in campo, Fokou inaugura la terza frazione con due long-two che rimpinguano ulteriormente il parziale appena citato (24-2). La Stella Azzurra però si riprende dallo shock e continua a condurre nel punteggio, facendo la sua parte nel dar vita a un quarto combattuto, intenso e non privo di giocate che si fanno apprezzare (ad esempio, il piccolo Dron che manda al bar il gigante Nzosa appoggiando delicatamente a canestro). Il terzo quarto si chiude sul 56-45 Stella grazie a un canestro di Donadio nei secondi conclusivi. La squadra di coach Gandolfi appare relativamente in controllo ma, in agguato, c’è una nuova fiammata della HSC che riapre i giochi: nel giro di un minuto, una tripla di Mouaha seguita da due di De Robertis portano al sorpasso giallonero (60-58, -5’28”). Il finale è mozzafiato: Donadio e Nzosa segnano canestri che sanno di ossigeno per la Stella ma, per loro sfortuna, dall’altra parte c’è Costi che sale nuovamente in cattedra con due gran canestri e Fokou che a 1’15” dalla fine infila una tripla pesantissima, quella che vale il 67-63. Durante l’ultimo giro di lancette, Panopio riaccende le speranze stelline col canestro del -3 a 42” dalla fine ma il valzer dei viaggi in lunetta finisce per premiare la HSC. È Costi a segnare quelli che fissano il punteggio sul 72-68.

HSC Roma – Stella Azzurra Roma 72-68 (10-22 / 23-16 / 12-18 / 27-12)
HSC ROMA: Costi 28, Ben Salem, Fokou 10, Mouaha 12, De Robertis 6, Ludovici NE, Sanvitale 2, Zoffoli NE, Vitale NE, Farina, Dron 14
STELLA AZZURRA ROMA: Panopio 24, Ianelli 5, Nzosa 16, Reale 6, Donadio 11, Giordano 2, Visintin 4, Faloppa NE, Mabor, Colussa NE, Ghirlanda NE, Digno

© photo: facebook.com/FIPufficiale