IBSA Next Gen Cup: il recap della 2a giornata dei Gironi A e B

Venezia, Pesaro, Trieste e Cantù passano alla seconda fase della Next Gen Cup. Riassunto e tabellini della 2a giornata.

Girone A

6 punti: Reyer Venezia; 4 punti: VL Pesaro; 2 punti: Olimpia Milano; 0 punti: Vanoli Cremona

Venezia passa alla seconda fase della Next Gen Cup come unica squadra fin qui imbattuta nel torneo, dopo una vittoria ampia su Milano (82-61) ed una dallo scarto più ristretto (ma quasi mai in discussione) contro Pesaro (59-50). Oltre al solito impatto della coppia formata da Davide Casarin (MVP del girone) e Nicola Berdini (miglior assistman), per la Reyer è da sottolineare anche il contributo di Luca Possamai, miglior rimbalzista della prima fase.

La VL Pesaro passa come seconda del girone grazie alla vittoria su Cremona (73-59), arrivata senza grossi patemi nonostante l’assenza per infortunio di Beniamino Basso. Per i marchigiani, ci ha pensato in primis Nicolas Alessandrini (e anche, in seconda battuta, Alessio Re) a trascinare l’attacco della squadra.

Fra gli esclusi, è da sottolineare l’ottima giornata sul piano individuale di Francesco Gravaghi. L’ala dell’Olimpia ha mostrato bei numeri, persino da suggeritore, nel suo losing effort contro Venezia (24 punti, 10 rimbalzi, 3 assist), per poi risultare MVP indiscusso contro Cremona (83-69), risultando nella sostanza immarcabile, specie nel terzo quarto (23 punti, 7 rimbalzi, 4 assist, 7 recuperi).

Reyer Venezia – Olimpia Milano 82-61
REYER VENEZIA: Candotto 5, Berdini 14, Casarin 25, Biancotto 13, Bolpin 4, Cravero 2, Chapelli 1, Da Rin De Lorenzo NE, Bellato 6, Possamai 10, Kiss, Grani 2
OLIMPIA MILANO: Galicia 9, Citterio 2, Maioli, Sconochini 2, Bramati 2, Erba 6, Gravaghi 24, Tam 9, Greggi 4, Meani 1, Ferrari, Okeke 2

VL Pesaro – Vanoli Cremona 73-59
VL PESARO: Gulini, Solari 6, Pellicano 5, Calbini 10, Barzotti, Re 18, Mazzotti 4, Mujakovic 4, Alessandrini 18, Konteh 8, Pagliaro, Sablich NE
VANOLI CREMONA: Marchetti 8, Biondi, Fiusco 3, Penna 2, Strautmanis 17, Ragagnin 17, Matusonoks 2, Abati Touré 5, Bertoglio, Malaggi, Ferrari, Feraboli 5

Olimpia Milano – Vanoli Cremona 83-69
OLIMPIA MILANO: Galicia 5, Citterio 2, Invernizzi, Erba 18, Gravaghi 23, Leoni, Tam 6, Sgura 5, Greggi 20, Meani, Ferrari 4, Okeke
VANOLI CREMONA: Marchetti, Biondi 2, Piermaria 5, Strautmanis 24, Ragagnin 12, Matusonoks 2, Abati Touré 2, Bertoglio, Cavagnini, Penna 11, Malaggi 2, Feraboli 9

Reyer Venezia – VL Pesaro 59-50
REYER VENEZIA: Candotto 7, Berdini 15, Casarin 11, Biancotto 1, Bolpin, Cravero 6, Chapelli, Da Rin De Lorenzo NE, Bellato, Possamai 11, Kiss 2, Grani 6
VL PESARO: Solari 3, Pellicano 2, Calbini 5, Re 11, Barzotti 1, Sablich, Mazzotti 2, Pagnini 2, Mujakovic 2, Alessandrini 20, Konteh 2, Pagliaro


Girone B

4 punti: Pall. Trieste, Pall. Cantù, Pall. Varese; 0 punti: Virtus Roma

Fra Trieste, Cantù e Varese passano le prime due in virtù della differenza punti negli scontri diretti. Per Cantù, una vittoria schiacciasassi su Roma (+65) mentre la contesa fra Varese e Trieste è stata incerta fino all’ultimo. 72-70 per i primi, vittoriosi ma eliminati, con un Nicolò Virginio (22 punti, 8 rimbalzi, 2 assist, 2 recuperi) che ha mostrato lampi di talento fra i più notevoli del torneo.

Pall. Cantù – Virtus Roma 110-45
PALL. CANTÙ: Caglio 5, Lanzi 17, Arienti 10, Ziviani 9, Abega, Quarta 14, Gatti 10, Bresolin 8, Procida 7, Di Giuliomaria 14, Mirkovski 10, Pozzi 6
VIRTUS ROMA: Tucci, Ferrari 2, Piscetta 4, Iannicelli 13, Durante NE, Wiltshire 7, Di Folco, Ceccarini 6, Ferrara, Telesca NE, Manca 2, Varetti 11

Pall. Varese – Pall. Trieste 72-70
PALL. VARESE: Montano Perez 13, Seck NE, Marotta 8, Librizzi 5, Sorrentino 2, Nagero, Mazzocchia 2, Jokic, Van Velsen 2, Virginio 22, Maruca 2, Vincini 16
PALL. TRIESTE: Serra 4, Cattaruzza 2, Schina 19, Comar NE, Fantoma 3, Venier 6, Arnaldo 19, Longo 6, Antonio 9, Finatti, Pieri 2, Sheqiri

© foto: twitter.com/REYER1872