Finali Nazionali U15 Eccellenza: la preview dei Quarti di Finale

La preview di ITALHOOP sui Quarti di Finale delle Finali Nazionali U15 Eccellenza.

Giornata di riposo della Finale Nazionale Under 15 Eccellenza: si giocheranno domani, venerdì 3 giugno, i Quarti di Finale del Trofeo Claudio Papini 2016.

C’è tempo per analizzare quanto potranno offrirci le “magnifiche 8” in questi Quarti di Finale, che si preannunciano di livello decisamente elevato.

Un paio di curiosità balzano subito all’occhio: 1) le quattro semifinaliste dello scorso campionato Under 14 Elite (Pallacanestro Reggiana, Virtus Bologna, Pallacanestro Varese e Robur et Fides Varese) si ritrovano ad un anno di distanza per giocarsi il titolo Under 15 Eccellenza; 2) ben quattro squadre lombarde figurano tra le migliori otto d’Italia e daranno vita a due derby (Pall. Varese-Robur Varese e Libertas Cernusco-Olimpia Milano).

 

LA PREVIEW DEI QUARTI DI FINALE

Pistoia Basket 2000 – Pallacanestro Reggiana, ore 14.00 @PalaAngarano

PISTOIA BASKET 2000: i toscani hanno dominato il Girone A, chiudendo con tre vittorie in altrettante gare disputate e come miglior attacco dei quattro gironi. Del Chiaro (15 pts + 14.7 reb) nel pitturato e Querci (12.3 pts + 13 reb + 4.3 ast) dal perimetro dato portato il loro classico apporto, ma Pistoia è squadra a 360 gradi con protagonisti diversi in base alle esigenze. La sfida contro la Pallacanestro Reggiana sarà di altissimo livello: difensivamente la chiave sarà contenere gli esterni reggiani, mentre in attacco i giovani di coach Angella dovranno essere bravi nel servire Del Chiaro, difficilmente contenibile per i giocatori a roster di Reggio Emilia.

PALLACANESTRO REGGIANA: vice-campioni Under 14 Elite lo scorso anno e trionfatori della Novipiù Cup 2016, sono una delle candidate alla vittoria finale. Porfilio (21 pts + 9.7 reb + 1 ast) a questo livello è difficilmente arginabile, Soviero ha aggiustato la mira nelle ultime due gare (54 punti complessivi) dopo le difficoltà all’esordio. Da valutare le condizioni di Cherubini, sceso in campo solamente nella gara inaugurale. La sconfitta contro Cernusco è costata il primo posto nel girone ed è un campanello d’allarme importante per una squadra che non può concedersi distrazioni. Nella sfida contro Pistoia vedremo coma la difesa in single coverage di coach Mangone si occuperà di Del Chiaro: decisiva sarà l’energia a rimbalzo di Giannini; in attacco sarà importante non fermare il pallone, perché giocando di squadra Reggio ha dimostrato di essere un team di assoluto livello.

 

Pallacanestro Varese – Robur et Fides Varese, ore 16.00 @PalaAngarano

PALLACANESTRO VARESE: nel derby varesino, la Pallacanestro Varese ha sicuramente i favori del pronostico. Due vittorie contro la Robur Varese in campionato e tre vittorie nel Girone C, tra cui quella di prestigio contro la Virtus Bologna (83-66) e quella nel finale contro l’Azzurra Trieste (62-64), testimoniano la pericolosità e le ambizioni dei giovani di coach Bianchi. I biancorossi sono stati guidati dal trio Seck (vero e proprio all-around della squadra, che viaggia a 16.7 pts + 13.7 reb + 1.3 ast), Parravicini (esterno che sta bruciando letteralmente le retine di Bassano del Grappa, 24.3 pts + 8 reb + 2 ast), Montano (guardia brava ad inserirsi negli spazi lasciati dai due compagni, 14.7 pts + 7 reb + 1.7 ast). Da testare la resistenza di questi tre giocatori nell’arco del torneo, visto l’elevato numero di minuti giocati fino ad ora. Contro la Rubur sarà importante trovare continuità nel tiro da 3 punti, specialmente se dovesse essere concesso regolarmente dagli avversari, e far attaccare il canestro da Seck dopo la circolazione del pallone (situazione in cui Omar può risultare devastante).

ROBUR ET FIDES VARESE: semifinalista lo scorso anno nelle Finali Nazionali Under 14 Elite, la Robur ha conquistato l’accesso agli Spareggi come Lombardia 4. Le difficoltà nell’arco della stagione sono state superate e i varesini si presentano nel momento cruciale della stagione carichi di fiducia. Somaschini (18.7 pts + 8.7 reb + 1 ast) e Caruso (10.7 pts + 9.7 reb + 1 ast) sono i leader designati della squadra, ma dovranno essere bravi nel trovare soluzioni alternative qualora il tiro da 3 punti non entrasse. Da valutare la situazione di Trentini, uscito dal match contro Pesaro dopo 1 solo minuto. Fondamentale nella sfida contro la Pallacanestro Varese arginare l’energia di Seck: in questo senso potrebbe rivelarsi decisiva la prestazione di Dao, colored inserito quest’anno a roster e fisicamente fuori categoria.

 

Libertas Cernusco – Olimpia Milano, ore 18.00 @PalaAngarano

LIBERTAS CERNUSCO: dopo il cammino a braccetto durante la stagione regolare, Cernusco ed Olimpia Milano si ritrovano nei Quarti di Finale. La Libertas Cernusco ha agguantato i Quarti nell’ultimo turno di qualificazione, grazie alla vittoria contro la Pallacanestro Reggiana, strappando proprio agli emiliani il primo posto nel girone. La squadra, inutile nasconderlo, va dove la porta il talento di Buffo (17.3 pts + 9 reb + 1.7 ast), salito letteralmente di colpi dopo la prima gara “bucata” contro la Reyer. Il playmaker dei bufali ha già dimostrato in stagione di essere in grado di trascinare i suoi, ma non bisogna sottovalutare il contributo dei compagni, bravi a non far rimpiangere Edoardo durante l’infortunio alla mano di inizio stagione. Importante, fino ad ora, il contributo del classe 2002 Casati (14.7 pts + 6 reb). Contro Milano sarà importante reggere la forza d’urto a rimbalzo degli avversari e riuscire ad aprire il campo colpendo da 3 punti, liberando spazio per il talento e la creatività di Buffo.

OLIMPIA MILANO: 1-1 in stagione contro Cernusco, l’Olimpia Milano ha chiuso al secondo posto il Girone A alle spalle di Pistoia. I giovani di coach Bizzozero sono forse la più “squadra” della manifestazione: la maggior parte dei giocatori, infatti, è sullo stesso livello e non c’è un giocatore che spicchi nettamente sugli altri. Vignoli e Roncari hanno dimostrato di poter essere importanti quando la partita lo richiede, ma crediamo che gran parte delle fortune dei milanesi girino intorno alla coppia Morandi (10.3 pts + 13.3 reb + 1.7 ast) – Grimaldi (11.3 pts + 5.3 reb + 2.7 ast). Il girone di qualificazione, dimostratosi relativamente semplice, potrebbe esser stato importante per preservare energie utili in una manifestazione così concentrata. L’obiettivo numero uno, nella sfida contro Cernusco, sarà limitare Edoardo Buffo, impresa di certo complicata ma che potrebbe rivelarsi decisiva ai fini del risultato.

 

Basket Bassano – Virtus Bologna, ore 20.00 @PalaAngarano

BASKET BASSANO: i padroni di casa sono una delle candidate alla vittoria finale, fin da inizio stagione. L’aggiunta di Bargnesi ha spostato ancor di più gli equilibri, dando alla squadra di coach Pauletto pericolosità a livello di esterni. Il reparto lunghi, invece, è di primo livello: Harrison Nnana e Leonardo Da Campo sono due giocatori che ogni coach vorrebbe allenare. Borsetto chiude un quartetto di giocatori assolutamente pericolosi per la categoria. Interessante vedere come Bassano reagirà al sistema di gioco della Virtus Bologna: Nnana e compagni, infatti, si troveranno di fronte per la prima volta in stagione altrettanti chili e centimetri. Fondamentale sarà quindi la vena realizzativa di Bargnesi, in una sfida con Deri che si preannuncia di altissimo livello.

VIRTUS BOLOGNA: campione in carica Under 14 Elite, le V nere si presentano a questa manifestazione con un impianto di gioco di assoluto livello, sviluppato durante la stagione da un maestro come Giordano Consolini. La Virtus è squadra solida e completa in ogni reparto, ma il leader in campo è sicuramente Lorenzo Deri, capace di realizzare 18 punti, 2 rimbalzi e 2 assist di media in appena 23 minuti di gioco. L’ampio utilizzo di tutti i suoi giocatori è una caratteristica della squadra di coach Consolini, che dovrà avere risposte convincenti dal suo reparto di giocatori interni, vista la qualità e quantità che avranno di fronte contro Bassano. Una delle possibili chiavi della sfida sarà la capacità di colpire dalla lunga distanza, per costringere i padroni di casa a contrastare le conclusioni: occhi puntati dunque su Matteo Nicoli, guardia di 190 cm, tra i migliori tiratori di tutta l’annata 2001.