St. John’s affonda Tulane sotto una pioggia di triple

Serata da sogno al tiro per St. John’s con Federico Mussini (17 punti con 6/9 dal campo) fra i protagonisti dell’incontro.

Era necessario uno scossone dopo la disfatta casalinga con Delaware State. La reazione di St. John’s non si è fatta attendere ed è arrivata con la vittoria in trasferta su Tulane (95-75) e una prestazione al tiro da tre punti ai limiti dell’incredibile: un 16/25 dall’arco (addirittura 11/14 nel primo tempo) che è andato a pareggiare il record di triple messe a segno in un singolo match dei Red Storm.

Già avanti con un nettissimo 51-32 all’intervallo, St. John’s non ha avuto problemi nel contenere il tentativo di reazione dei padroni di casa all’inizio della ripresa, mostrando anche un buon attacco nei pressi del canestro, punto debole, fin qui, della squadra di coach Mullin.

Da sottolineare le ottime prove di Marcus LoVett (18 punti con 7/8 dal campo e 5 assist), Bashir Ahmed (17 punti, 7 rimbalzi e 4 assist) e Shamorie Ponds (15 punti e 4 assist), oltre a quella di un Federico Mussini on fire in uscita dalla panchina, come potete vedere dal suo tabellino personale riportato qui sotto.

MIN PTS 2PT 3PT FT REB AST STL TO BLK PF
27 17 3/5 3/4 2/2 3 1 1 1 - -

Il reggiano ha avuto un grande impatto sin dal primo ingresso in campo, con tre triple e un recupero in poco più di due minuti per il 30-15 St. John’s a metà della prima frazione. Il contributo dato all’inizio del secondo tempo è stato forse meno appariscente ma non meno importante, con un layup trovato grazie a un rapidissimo taglio a canestro e un piazzato dalla media distanza nell’unico (e breve) passaggio dell’incontro in cui i Red Storm faticavano in attacco, fra spaziature e circolazione di palla non proprio eccellenti. L’uno-due del Musso (seguito poi da un 2/2 ai liberi) ha dato il “la” al ritorno in carreggiata degli ospiti con un parziale di 16-4 maturato in poco più di 4 minuti (76-51, -11’02”) che ha definitivamente messo fine a ogni velleità di rimonta avversaria.

 

© photo: twitter.com/StJohnsBBall 

Riccardo De Angelis

Su ITALHOOP mi occupo soprattutto di raccontare gli italiani impegnati in college e high school americani. Scrivo anche per i siti Basketball Ncaa e Sportando.