URI torna a vincere, Nicola Akele contribuisce con un 8+6 in 29′

Nicola Akele e Stanford Robinson determinanti in uscita dalla panchina. Mussini e St. John’s incappano in una sconfitta pesante contro Penn State.

Rhode Island (7-4) ritrova la vittoria e mantiene l’imbattibilità al Ryan Center. Continua il momento negativo di St. John’s (5-7), la quale affronterà i rivali di Syracuse prima di calarsi nella Big East. UT San Antonio (3-8) lotta fino all’ultimo ma infine deve arrendersi: otto sconfitte in altrettante uscite in trasferta quest’anno. Cede di misura anche Northern Colorado (3-7) mentre UNC Asheville (8-3) infila la quinta vittoria consecutiva. In settimana, doppio successo per Seattle (6-5).


RHODE ISLAND 65-54 HOLY CROSS

URI ritrova la “W” grazie alla solita e solida prova difensiva dei ragazzi di coach Dan Hurley, nonostante le assenze di Hassan Martin e Christion Thompson. Con questo successo, i Rams mantengono inviolato il parquet di casa del Ryan Center: sei vittorie in altrettanti incontri. Per un E.C Matthews in ombra (nessun punto in 18′), Rhode Island può contare su un ottimo Jared Terrell (top scorer con 18 punti), un solido Kuran Iverson (11 punti e 9 rimbalzi in 20′) e al determinante contributo in uscita dalla panchina di Stanford Robinson (7 punti e 5 rimbalzi), autore, fra l’altro, di alcuni bei cioccolatini serviti ai compagni (vedi sotto), tra cui uno donato a Nicola Akele, anch’esso autore di un contributo importante: 8 punti senza errori dal campo, ottima presenza a rimbalzo (6 carambole di cui 4 offensive), sempre al posto giusto e al momento giusto dimostrando una volta di più d’essere molto ben calato nei meccanismi difensivi di squadra. Pur partendo dalla panchina, l’ex Reyer ha offerto una prova che gli è valso il terzo minutaggio più alto dei Rams nel corso della partita.

- MIN PTS 2PT 3PT FT REB AST STL TO BLK PF
Akele 29 8 4/4 - - 6 - 2 2 - 3

ST. JOHN’S 76-92 PENN STATE

Sconfitta senza appello per i Red Storm alla prima partita stagionale al Madison Square Garden. Nel primo tempo, i ragazzi di coach Chris Mullin si ritrovano avanti anche di sette punti (-9’47”), salvo poi subire un tremendo parziale di 35-5 da lì all’intervallo che in sostanza chiude il match con netto anticipo. Troppo largo il divario fra le due squadre in quanto a efficienza offensiva: 50% dal campo con un 13/23 dall’arco per i Nittany Lions, 37.3% al tiro per i Johnnies.

- MIN PTS 2PT 3PT FT REB AST STL TO BLK PF
Mussini 12 2 1/1 0/3 - 2 - 1 - - -

TEXAS A&M CORPUS CHRISTI 73-69 UT SAN ANTONIO

I Roadrunners passano tutto l’incontro a rincorrere gli avversari, anche a distanza ravvicinata, ma devono infine arrendersi quando, nelle ultime azioni, Nick Billingsley sbaglia la tripla del pareggio e Ehab Amin fissa il punteggio finale con un 1/2 ai liberi a 8″ dal termine.

Giovanni De Nicolao comincia male, spendendo due falli che limitano il suo impiego ad appena 5 minuti nel primo tempo. Meglio nella ripresa, dove gli unici due canestri segnati da parte sua arrivano nel finale, tenendo accese le speranze di rimonta di San Antonio. Nel complesso, per DeNik, una partita che conferma il trend personale del momento: regia e assist che non mancano così come i problemi al tiro e con la gestione dei falli.

- MIN PTS 2PT 3PT FT REB AST STL TO BLK PF
De Nicolao 21 5 1/6 1/2 - 2 4 - 2 - 5

Due vittorie in altrettanti incontri casalinghi per Seattle, sempre con squadre della Southwestern Athletic Conference, prima con Arkansas-Pine Bluff (63-58) e poi con Mississippi Valley State (82-67). Molto buono il contributo offerto da Scott Ulaneo in entrambe le partite.

Scott Ulaneo

- MIN PTS 2PT 3PT FT REB AST STL TO BLK PF
vs ARPB 10 12 3/3 1/1 3/5 - - 2 1 - -
vs MVSU 26 9 3/7 0/1 - 10 - 1 2 1 3

Mattia Da Campo

- MIN PTS 2PT 3PT FT REB AST STL TO BLK PF
vs MVSU 10 - - 0/1 - - 2 - 3 - 4

Quinta vittoria di fila per UNC Asheville che si conferma come squadra più in forma al momento fra quelle della Big South. Successo arrivato in volata quello su Western Carolina (59-57), col contributo imprescindibile di Ahmed Thomas (20 punti e 7 rimbalzi) e il fondamentale rimbalzo catturato da Alec Wnuk a 4″ dalla fine sul libero sbagliato dagli avversari, andando poi a sua volta in lunetta facendo 1/2. Agli ospiti non resta che tentare, da lontano, una tripla della disperazione che non trova il bersaglio. Solo 5′ in campo per Giacomo Zilli con un solo punto segnato e quattro errori dal campo. Abbastanza tempo, però, per rifilare due stoppate (è la terza volta in stagione).

La volata finale, invece, non sorride a Northern Colorado che esce sconfitta dal campo di Denver per 73-70, punita dalla tripla clutch di Joe Rosga a 1″ dalla fine. Primo DNP per Roberto Vercellino: nelle tre partite che avevano preceduto questa coi Pioneers, l’ex Virtus Bologna non aveva mai raggiunto il minutaggio in doppia cifra partendo dalla panchina.

 

© photo:Getty Images

Riccardo De Angelis

Su ITALHOOP mi occupo soprattutto di raccontare gli italiani impegnati in college e high school americani. Scrivo anche per i siti Basketball Ncaa e Sportando.