St. John’s, vittoria importante con Seton Hall (Mussini 6 punti in 15′)

Mussini e Zilli sono gli unici azzurri vincenti del weekend. Sconfitta dolorosa per URI contro Dayton, passivi netti per Northern Colorado e Seattle.

ST. JOHN’S 78-70 SETON HALL

I Red Storm colgono un successo importante per attestarsi nella parte centrale della classifica di conference. Con Marcus LoVett (19 punti e 6 assist) e Shamorie Ponds (17 punti) a guidare l’attacco, St. John’s chiude un ottimo primo tempo sul +10 per poi gestire il vantaggio nella ripresa senza problemi. Ottimo anche l’apporto di Tariq Owens (10 punti e 12 stoppate) che ha fatto fioccare un gran numero di stoppate insieme a Kassoum Yakwe (7 in due, 9 in totale per i Red Storm). Federico Mussini fornisce un apporto discreto in difesa durante la sua prima entrata in campo ma, al di fuori dei punti guadagnati a cronometro fermo, non è particolarmente incisivo al tiro.

- MIN PTS 2PT 3PT FT REB AST STL TO BLK PF
Mussini 15 6 1/3 0/2 4/5 2 - 1 1 - -


RHODE ISLAND 74-75 DAYTON

Sconfitta interna che fa male per URI, che ha un gran bisogno di accumulare vittorie per conservare speranze di essere accolta favorevolmente dal comitato che selezionerà le partecipanti al Torneo NCAA. A 24″ dalla fine, Kuran Iverson (20 punti e 7 rimbalzi) segna i liberi del +4 ma Xeyrius Williams (13 punti in 19′) risponde con due triple intervallate soltanto da un 1/2 ai liberi di E.C. Matthews (16 punti). Rhode Island ha la palla in mano negli ultimi 10″ ma non riesce ad effettuare la controrimonta.

- MIN PTS 2PT 3PT FT REB AST STL TO BLK PF
Akele 7 3 1/1 - 1/1 - 1 1 - - 1

UT SAN ANTONIO 66-72 LA TECH

Ai Roadrunners non riesce il 2/2 con Louisiana Tech – già battuta in trasferta con una tripla decisiva di Giovanni De Nicolao. I Bulldogs, trascinati dai 25 punti e 9 rimbalzi di Erik McCree, chiudono il primo tempo sul +6 e, dopo il -1 siglato da Lucas O’Brien (23 punti) dopo due minuti, piazzano un break di 12-0 che permette loro di gestire a lungo un vantaggio in doppia cifra. Nel finale, Jeff Beverly trova la tripla del -2 UTSA su assist di De Nicolao (66-68, -1’14”). Nell’azione successiva, proprio il play italiano ruba palla ma sbaglia il lay-up del pareggio. LA Tech tiene i nervi ben saldi e, in chiusura, trova i punti necessari per portare a casa la partita.

- MIN PTS 2PT 3PT FT REB AST STL TO BLK PF
De Nicolao 35 8 3/8 0/3 2/3 1 6 3 2 - 3

UMKC 102-72 SEATTLE

Sconfitta netta e senza appello per i Redhawks, che si ritrovano sotto di 16 all’intervallo per poi subire ben 62 punti dei padroni di casa nella ripresa.

- MIN PTS 2PT 3PT FT REB AST STL TO BLK PF
Da Campo 13 7 2/2 - 3/5 1 - - - - 2
Ulaneo 10 - 0/1 0/1 - 1 - - 3 - 5

UNC ASHEVILLE 91-69 LONGWOOD

UNC Asheville si conferma alla testa della Big South grazie a un agevole successo casalingo su Longwood, ora penultima in classifica. Il freshman MaCio Teague mette a segno ben 30 punti (4/6 da due, 6/10 da tre, 4/4 ai liberi) e Ahmad Thomas da man forte ai Bulldogs coi suoi 22 punti (11/16 dal campo).

- MIN PTS 2PT 3PT FT REB AST STL TO BLK PF
Zilli 6 2 0/1 - 2/2 1 - - 1 - 1

NORTHERN COLORADO 44-70 EASTERN WASHINGTON

Sconfitta netta per i Bears, al record negativo stagionale per punti segnati e che subiscono lo scarto più largo fra i confronti nella conference disputati fin qui.

- MIN PTS 2PT 3PT FT REB AST STL TO BLK PF
Vercellino 5 - - 0/1 - 1 - - - 1 -

Prossime partite

MERCOLEDI 15
01:00 Fordham @ Rhode Island
01:00 Presbyterian @ UNC Asheville
02:30 St. John’s @ Butler

GIOVEDI 16
02:00 UT San Antonio @ Rice
03:00 Northern Colorado @ Weber State
04:00 Grand Canyon @ Seattle

 

© photo: Steven Ryan / newsday.com

Riccardo De Angelis

Su ITALHOOP mi occupo soprattutto di raccontare gli italiani impegnati in college e high school americani. Scrivo anche per i siti Basketball Ncaa e Sportando.