Europeo U18: l’Italia supera 77-59 la Bosnia. Domani finale 5° posto contro la Francia

Gli azzurri superano di 18 lunghezze la Bosnia Erzegovina trascinati dai 26 punti di Mattia Palumbo.

Classico starting five azzurro composto da Pajola, Trapani, Palumbo, Ebeling e Caruso, mentre dall’altra parte figura Njegos Sikiras, ex Stella Azzurra Roma. Caruso con un bel canestro sulla linea di fondo apre le marcature, Campara risponde col tiro dalla distanza con un piede sulla linea. Si scatena Palumbo: penetrazione col fallo subito, poi quattro triple consecutive a bersaglio per il 21-6 Italia a metà primo quarto. Adzic da tre punti e Campara in penetrazione avvicinano la Bosnia sul -10, ma le due rubate con canestro di Caruso e Palumbo riportano gli azzurri sul +14  a 2′ 30″ dalla sirena. Il jumper dalla media distanza di Begic chiude i primi 10′ di gioco sul 25-13 per gli azzurri.

In avvio di secondo periodo Mirkovic segna il canestro del -10, poi risponde Zampini da tre punti. 0-5 di break bosniaco firmato Campara-Adzic per il 30-20. Segnano dai 6,75 sia Campara che Miaschi e l’Italia si mantiene in vantaggio in doppia cifra (34-23 a 3′ dal termine del quarto). Alikadic in penetrazione fino al ferro e Campara con l’arresto e tiro dalla lunetta portano la Bosnia Erzegovina sul -7 ed il primo tempo va in archivio col punteggio di 34-27.

Palumbo riprende da dove aveva lasciato sul finire del primo quarto e piazza la tripla dall’angolo: 20esimo punto personale in poco più di 10′ giocati. Segna anche Ebeling dalla lunga distanza, poi cinque punti in fila bosniaci firmati Adzic-Kamenjias (40-33). La Bosnia si porta a -1, ancora con i canestri di Adzic e Kamenjas, costringendo coach Capobianco a chiamare timeout (44-43 con 3′ da giocare). Palumbo con la sesta tripla di giornata rimette quattro punti di distacco tra le squadre, Bonacini sul possesso seguente lo imita per il 50-43 Italia. Altra tripla di Bonacini a bersaglio, poi Sikiras e Alikadic dalla lunetta fissano il punteggio sul 55-47 in favore dell’Italia all’ultimo mini-intervallo.

Vigori prosegue con l’ottimo impatto nella gara e segna quattro punti in fila, intervallati dalla tripla di Campara (59-50). L’Italia vola sul +14 a metà ultimo quarto grazie ai canestri di Trapani, Bonacini ed Ebeling (68-54). Ancora Vigori dalla lunetta realizza l’11esimo punto personale, poi Pajola in avvicinamento regala all’Italia il +17 a 2′ dal termine. Kamenjas dalla lunetta mette insieme la doppia-doppia personale (11 punti e 14 rimbalzi), mentre sulla tripla a segno di Serpilli termina l’incontro: l’Italia vince 77-59, guadagnando il pass per la finale per il 5° posto.

 

Top scorer azzurro Mattia Palumbo, autore di 26 punti (con 6/9 dalla lunga distanza) in 23 minuti di impiego. In doppia cifra anche Alessandro Vigori con 11 punti.

Gli azzurri scenderanno in campo domani, domenica 6 agosto, alle ore 15:45 per affrontare la Francia nella finale per il 5° posto.

 

Italia-Bosnia Erzegovina 77-59
ITALIA: Trapani 3, Dieng, Palumbo 26, Pajola 2, Buffo, Bonacini 9, Caruso 8, Miaschi 3, Serpilli 5, Ebeling 5, Zampini 5, Vigori 11
BOSNIA ERZEGOVINA: Soldo, Alikadic 4, Begic 6, Adzic 15, Ilic 2, Kamenjas 11, Sikiras 2, Campara 14, Mirkovic 4, Omerovic, Jankovic 3

 

© photo: fiba.com