Poco spazio per Akele: i Rams sconfitti 53-56

Seconda uscita stagionale per Rhode Island e prima “L”, sconfitta a domicilio da Valparaiso per 56-53 al termine di una partita equilibrata, piena di errori e dal finale rocambolesco. Poco spazio per Akele.

Sin dalle prime battute, i Rams non danno l’impressione di essere particolarmente in palla: difesa molle, palle perse e tanti tiri sbagliati non puniti a sufficienza da una Valparaiso anch’essa poco precisa, ma sicuramente più determinata. Dopo 10 minuti di gioco, i Crusaders sono avanti per 12-8.

Nella seconda metà del primo tempo, la difesa di Rhode Island sale di colpi fino a farsi decisamente intensa durante gli ultimi 4 minuti di gioco prima dell’intervallo, spingendo Valparaiso a perdere molti palloni e forzare diversi tiri. E’ a questo punto del match che Nicola Akele fa il suo ingresso in campo: rimane sul rettangolo di gioco per poco meno di due minuti, non è particolarmente coinvolto in attacco (il suo tabellino personale è “sporcato” solamente da un fallo commesso) ma contribuisce in maniera puntuale nel tenere molto alta l’intensità difensiva dei suoi. Proprio mentre Akele è in campo, Rhode Island compie il sorpasso grazie ad una tripla e ad un 2/3 ai liberi della guardia Four McGlynn (17-14 Rhode Island con 2’07” da giocare). Esce Akele, controsorpasso Valparaiso (18-17) cui rimedia una bella tripla piedi per terra sulla sirena di Jared Terrell, che fissa il punteggio sul 20-18 Rams.

Il secondo tempo è contraddistinto da una maggior precisione balistica da parte delle due squadre e da ritmi più alti, comunque conditi sempre da molti errori banali. Rhode Island è in netto calo difensivo, il che permette a Valparaiso di portarsi sul 42-35 con 8’13” da giocare. I Rams accennano una reazione però vanificata da una difesa stavolta non all’altezza: a 4’34” dal termine, nuovo massimo vantaggio Valparaiso (51-42) che sembra avere la partita in mano, salvo farsi cogliere dalla proverbiale “paura di vincere”.

Rhode Island si ritrova ad un possesso di distanza quando il lungo della squadra ospite, Alec Peters, risponde infilando la tripla del +6 a 1’21”. Partita in ghiaccio? Assolutamente no. Nel giro di 20 secondi, Rhode Island si riporta a -1 (-36”) grazie ad un lay-up di Terrell che pochi istanti prima aveva recuperato palla con una gran stoppata. Un 2/2 dalla lunetta di Peters riporta Valparaiso sul +3 con 10” da giocare. Palla in mano a McGlynn che finta l’hand-off per un compagno: lasciato incredibilmente solo, sbaglia la tripla del pareggio, prende il rimbalzo lungo, tira di nuovo da tre – sulla sirena – ma sbaglia ancora una volta.

Una sconfitta vissuta stando molto più in panchina che in campo per Akele, il cui basso minutaggio è stato frutto delle rotazioni cortissime (8 giocatori) adottate da coach Hurley.

© photo: Dario Cechet | basketinside.com

Riccardo De Angelis

Su ITALHOOP mi occupo soprattutto di raccontare gli italiani impegnati in college e high school americani. Scrivo anche per i siti Basketball Ncaa e Sportando.