Anche Mattia Da Campo sceglie l’avventura in NCAA

Sale a quota 6 il numero di cestisti italiani che giocherà in Division I l’anno prossimo: Mattia Da Campo raggiungerà Scott Ulaneo ai Seattle Redhawks.

Continua ad allargarsi la pattuglia tricolore che ha scelto il college basketball come passaggio della propria crescita cestistica: ai futuri sophomore Mussini, Oliva e Akele e al senior Zilli, si aggiungerà il prossimo anno Mattia Da Campo, il quale disputerà la propria stagione da freshman a Seattle University, andando così a fare compagnia ad un altro stellino, il lungo Scott Ulaneo.

Compiuti 19 anni appena due giorni fa, Da Campo è una guardia alta 197 cm e che fa parte della banda di ragazzi classe ’97 che tante soddisfazioni ha regalato alla Stella Azzurra nelle ultime due stagioni. Vincitore lo scorso anno del Città di Roma (ossia la tappa italiana dell’Adidas Next Generation Tournament) e dello Scudetto U19, Mattia è stato uno dei maggiori protagonisti nel bronzo conquistato dalla sua squadra nelle recentissime Finali Nazionali U20 di Cantù (13.8 punti e 5.7 rimbalzi di media in 6 incontri). Eccellenti, inoltre, le cifre accumulate quest’anno nel campionato di Serie B: è stato infatti il miglior realizzatore fra gli stellini con 12.1 punti a partita (con un season-high da 32 punti in casa contro Scauri) cui ha aggiunto 5.1 rimbalzi e 3 assist di media, il tutto in 28 match disputati.

Queste le parole del giovane esterno: «Sono felicissimo, francamente non pensavo alla possibilità di andare a giocare al college negli Stati Uniti, prima che sul finire dello scorso dicembre mi venisse prospettata questa opportunità. Tuttavia negli ultimi mesi la pista sembrava essersi raffreddata, invece poco prima della partenza per le Finali di Cantù ho ricevuto da Seattle i documenti da firmare per la borsa di studio e ho accettato con grande entusiasmo.»

Con Mattia Da Campo e Scott Ulaneo, vi saranno ben quattro giocatori di scuola Stella Azzurra che giocheranno in Division I nella prossima stagione: gli altri due sono Amar Alibegovic (ormai ex St. John’s ora in attesa di transfer ad altra università) e l’islandese Kristinn Palsson (8.7 punti e 4.4 rimbalzi di media nella sua prima stagione con Marist).

 

© photo: 500px.com/mattiadacampo | en.wikipedia.org/wiki/Seattle_Redhawks

Riccardo De Angelis

Su ITALHOOP mi occupo soprattutto di raccontare gli italiani impegnati in college e high school americani. Scrivo anche per i siti Basketball Ncaa e Sportando.