Sirene NCAA per Davide Moretti

Per la combo guard del Treviso Basket c’è l’interessamento di diverse formazioni NCAA, Arizona State e Fordham su tutte.

In tempi di sempre crescente attenzione dei college verso i giocatori europei, era facilmente immaginabile che un nome come quello di Davide Moretti fosse finito da tempo nel taccuino di qualche scout statunitense. Questa ipotesi sta trovando ora le primissime conferme: secondo Eurohopes, la combo guard italiana è attualmente corteggiata da diverse università di Division I, con Arizona State e Fordham che si segnalano come quelle più interessate.

Moretti non ha mai fatto mistero di considerare seriamente (e da molto tempo) la NCAA come eventuale prossima tappa della propria carriera. Lo scorso fine maggio – in un’intervista rilasciata a Stefano Valenti per il sito della LNP – il talento classe ’98 si era pronunciato così sulla questione: «Ho due anni di contratto con Treviso e al termine del prossimo sceglierò se continuare in Italia. È una pista che tengo aperta, vedremo se ci saranno college interessati e di che livello. Ho già scritto a Mussini per parlarne.»

Per un giocatore reduce da un’annata molto positiva – sia con Treviso che con le nazionali under – e facilmente considerabile come giovane più atteso della prossima stagione di Serie A2, è naturale il desiderio di valutare con particolare attenzione il livello delle pretendenti. In questo senso, Arizona State può essere una candidata molto valida. Allenati da Bobby Hurley (mitico play della Duke dei primi anni ’90, campione NCAA in back-to-back e ancora oggi detentore del record di assist in Division I) i Sun Devils militano nella Pac-12, una delle conference più importanti del panorama americano. La scorsa stagione non è stata, per loro, delle più felici (penultimi in regular season ed eliminati al primo turno del torneo di conference) ma già da quest’anno la musica dovrebbe iniziare a cambiare, visto l’ingresso in squadra di alcuni freshmen di livello (tre dalla ESPN 100) nei ruoli di ala e centro.

L’altra pretendente menzionata da Eurohopes, Fordham, è un’università newyorchese della Atlantic 10, campionato in cui giocano altri due italiani, Pierfrancesco Oliva e Nicola Akele. Rispetto ad ASU, qui c’è meno appeal e poche possibilità di reclutare talenti d’alto livello, ma parliamo in ogni caso di un college che milita in una delle migliori mid-major della NCAA.

 

Qui di seguito, le statistiche di Moretti nella stagione 2015/16.

 

TREVISO BASKET, Serie A2 (43 partite, 29 in regular season + 14 nei playoff)

[tabella]

MIN,PTS,2P%,3P%,FT%,REB,ST,TO,AST,EFF

19.1,6.3,44.2,40.4,74.4,2.0,0.6,1.7,2.0,6.3

[/tabella]

 

NAZIONALE U18, Torneo Albert Schweitzer (7 partite)

[tabella]

MIN,PTS,2P%,3P%,FT%,REB,ST,TO,AST,EFF

24.6,14.6,47.4,22.6,88.6,3.0,1.7,2.3,4.0,13.0

[/tabella]

 

NAZIONALE U20, Fiba European Championship (7 partite)

[tabella]

MIN,PTS,2P%,3P%,FT%,REB,ST,TO,AST,EFF

16.7,7.4,42.9,41.7,66.7,1.4,1.3,1.9,2.1,6.4

[/tabella]

 

 

© photo: fiba.com

Riccardo De Angelis

Su ITALHOOP mi occupo soprattutto di raccontare gli italiani impegnati in college e high school americani. Scrivo anche per i siti Basketball Ncaa e Sportando.